lunedì 18 ottobre 2010

Remake....Emilio.

Giorni convulsi....flash back...corridoi...ascensore...ossigeno.....flash back....un piccolo bambino su un letto che mi sorride piano e mi guarda con i suoi occhi sgranati....solo 6 mesi....un diaframma che corre veloce....Emilio....e poi flash back....un bimbo con una tutina a righe arancio indossata quell'unica volta, un cucciolo ormai stanco, sul lettino della pediatra, poco prima di cominciare con una serie terribile di crisi respiratorie....flash back....tempo che scorre troppo velocemente, tempo rubato alla vita; paura di allungare la lista.....e ancora flash back.... il tuo nome dimenticato dottoressa, rimosso dalla mente come quei locali, ritorna per dirmi che non è cambiato niente. Niente. Più di due anni di impegno, ma non è mai abbastanza. Ma il dolore è sempre lancinante.
Forse, adesso, la svolta. Forse. 
Ma intanto da due mesi sei là, Emilio. E non posso perdonarmelo. Due mesi persi. Senza formazione dei genitori, se non dopo la prima crisi che poteva essere l'ultima. Due mesi rinchiuso pur sapendo che oggi qualcuno poteva aiutarti. E poi finalmente un ventilatore, una macchina della tosse....e poi l'alimentazione con il sondino.....sarà prematuro??? flash back......tu non avevi bisogno ma te lo hanno messo comunque...tubi inutili in ogni parte del corpo...flash back. e i giorni passano inesorabili. Il libro di Chiara porta uno spiraglio. Meno male che esiste.....flash back.....ma davvero non mangi più? oppure è solo paura?....tieni quel ciuccio con tutta la forza che hai....ma per noi solo disprezzo da chi con la morte convive....flash back.....ancora lacrime di madri da asciugare, ancora coraggio da infondere..... non è mai abbastanza. Niente è mai abbastanza.
Flash back.

1 commento:

mammadifretta ha detto...

cara nathanj, non è vero che niente è mai abbastanza.
Molti medici(ma in realta sembrano più dei meccanici che tentano di far camminare la macchina...piuttosto che aiutare a vivere un bimbo)non hanno la dimensione dell'altro, ma hanno solo la dimensione della loro carriera, del loro vanto, molti di loro non vedono ...e tu pensa che l'ematologia di quell'ospedale è diretta dall'assassino di yvy...è difficile, a volte quasi impossibile; ma per piccoli passi un gg questa nostr terra, forse smetterà di essere arida...forse...